Messaggio del Fondatore

L’Università „Dimitrie Cantemir” è stata costituita con il sentimentoe la convinzione che Romania e il suo popolo, possonoemeritano di essere all’altezzadel livello di vita di civiltàdei paesi più sviluppati del mondo.

Il Signore ha dato alla Romaniaricchezza e bellezza in misura maggiore rispetto a molti altri paesi con elevato standard di vita e il suo popolo nato cristiano, è intelligente, pieno di risorse, ospitale e tollerante. Tutte queste qualità sono valorizzate solo in misura limitata e questo ha un impatto negativo sulla cooperazione della Romania con altri.

Lo scopo di questa università è che attraverso la diffusione della cultura, della scienza e dell’arte, e alla formazione di specialisti in diversi campi di attività, contribuisca all’aumento del livellodi civiltà e alla cognizione dei valori e nazionali.

Desideriamo che questa università polarizzi il contributo spirituale e materiale dei romeni di ovunque, per promuovere nel mondo i valori del loro paese di provenienza. Nella stessa misuradesideriamoche attraverso le altreetnie di Romania, sia promosso lo spazio e la cultura romena, i rapporti di collaborazione e rispetto reciproco con i paesi cui lingua parlano.

L’Università è preoccupata e agisce in questo senso per promuovere i rapporti di collaborazione con stabilimenti, istituzioni di istruzione, fondazioni di Romania e di altri paesi, per scambi di esperienze sui contenuti curricolari, sistemi pedagogici e di istruzione teorica e pratica, scambi di informazioni ed esperienza a livello di studenti ed insegnanti.

L’Università „Dimitrie Cantemir” di Târgu-Mureș,farà tutto ciò che deve fare ed è possibile, per diventare tramite perseveranza, onestà e convinzione che in questo modo può servire fedelmente la Romania, un centro di polarizzazione dellaspiritualità e culturalismo della zona in cui opera.

Tutto ciò che pensiamo di fare e di realizzare, sarà un omaggio alla memoria del patrono spirituale dell’università, il grande erudito Dimitrie Cantemir.

In tutto questo contesto, non dobbiamo dimenticarela complessità del settore educativoed i suoi aspetti coinvolti.

Il lavoro dell’insegnante non è mai riassuntoalle conoscenze di sola specialità, il suo dovere verso i giovani coinvolti nel processo educativo consiste nella preparazione degli stessi per la VITA, attraverso la condivisione delle sue esperienze, conclusioni, ma anchedei propri dubbi e delusioni.

Il professore è l’INSEGNANTE! Pienamente consapevole che i suoi discepoli passeranno nella vita sociale e professionale armati con l’arsenale di conoscenze da luiinsegnate, l’insegnante è responsabile per tale arsenale – chiamato curriculum

La professionalità è indissolubilmente legata al sociale, lo scopo della nostra istituzione di instruzioneessendo l’inserimento sociale e professionale. Oggi, la maggior parte delle istituzioni di istruzione del mondo, hanno questa componente nel curriculum utilizzato: la formazione personale e sociale.

Per la Romania, scatenata dall’isolamento del comunismo, il ritornoad una istruzione completa ed efficiente dopo il 1989, ha avuto delle difficoltà inerenti, create da un lato dalla promozione dell’economia di mercato – condizione sine qua non del progresso economico – e, dall’altro lato, a causa della necessità di adeguamento rapidodell’offerta accademica alla domanda reale del nuovo mercato di lavoro di Romania.

In queste condizioni ha cominciato l’istruzione privata pionieristica in Romania. Le istituzioni private di istruzione, identificando rapidamente le esigenze del mercato di lavoro, hanno promosso un’offerta accademica di formazione orientata sulle specializzazioni specifiche all’economia di mercato.

In tutti questi anni passati dalla rivoluzione, l’Università „Dimitrie Cantemir” ha registrato a tutti i suoi livelli di istruzione – facoltà e scuole post liceali – un notevole record, rappresentato dalla percentuale di laureaticon inserimento sul mercato del lavoro,nel profilo per cui l’Università „Dimitrie Cantemir” li ha istruiti.

 

 

 

 

 

 

 

 

Il Fondatore professoreDottore docente ZAIRA MURGU